Calabria judaica - Sud ebraico

Calabria judaica ~ Sud ebraico
Storia, cultura e attualità ebraiche in Calabria
con uno sguardo al futuro e a tutto il Meridione

Secondo una leggenda, che attesta l'antica frequentazione orientale della nostra regione, Reggio fu fondata da Aschenez, pronipote di Noé.
La sinagoga del IV secolo, ricca di mosaici, di Bova Marina, è la più antica in Occidente dopo quella di Ostia Antica; a Reggio fu stampata la prima opera in ebraico con indicazione di data, il commento di Rashì alla Torah; Chayim Vital haQalavrezì, il calabrese, fu grande studioso di kabbalah, noto anche con l'acronimo Rachu.
Nel Medioevo moltissimi furono gli ebrei che si stabilirono in Calabria, aumentando fino alla cacciata all'inizio del XVI secolo; tornarono per pochi anni, richiamati dagli abitanti oppressi dai banchieri cristiani, ma furono definitivamente cacciati nel 1541, evento che non fu estraneo alla decadenza economica della Calabria, in particolare nel settore legato alla lavorazione della seta.
Dopo l’espulsione definitiva, gli ebrei (ufficialmente) sparirono, e tornarono temporaneamente nella triste circostanza dell’internamento a Ferramonti; oggi non vi sono che isolate presenze, ma d'estate la Riviera dei Cedri si riempie di rabbini che vengono a raccogliere i frutti per la celebrazione di Sukkot (la festa delle Capanne).
Questo blog è dedito in primo luogo allo studio della storia e della cultura ebraica in Calabria; a
ttraverso questo studio vuole concorrere, nei suoi limiti, alla rinascita dell'ebraismo calabrese; solidale con l'unica democrazia del Medio Oriente si propone come ponte di conoscenza e amicizia tra la nostra terra e Israele.

IN PRIMO PIANO: eventi e appuntamenti

c

c

mercoledì 9 settembre 2015

Cenni sugli ebrei in Abruzzo

In Abruzzo gli ebrei furono presenti almeno dal XII secolo, in 33 differenti località.
Bisogna specificare che quando si parla di presenze ebraiche in queste località, a volte si tratta di comunità più o meno consistenti che vi risiedettero per periodi di tempo variabili da pochi anni ad alcuni secoli (fino alla cacciata definitiva del XVI secolo), mentre a volte si tratta soltanto di passaggi di commercianti, o semplici citazione di un certo (invento) Salomone da Bucchianico; quindi l’elenco che segue è poco orientativo, senza una più approfondita analisi dei documenti e dei dati che rilevano, ma è comunque indicativo di una presenza reale e diffusa.

Lapide apposta a Tagliacozzo nel giugno 2015
in memoria degli ebrei residenti ed espulsi nel XVI secolo

Di contro, possono esserci località abitate da ebrei che non hanno lasciato nessuna traccia né nella documentazione, né nella onomo/toponomastica, né nelle tradizioni o nella storia orale.
Nella cartina sono indicate tutte queste località: in quadrato azzurro quelle il cui nome è riportato nella mappa; le altre sono indicate (senza nome) dal simbolino rosso con punto nero.
L’elenco include anche alcuni comuni attualmente nella provincia di Rieti (Lazio), ma che storicamente appartennero, fino ad anni recenti, all’Abruzzo, e quindi al Regno di Napoli prima e delle Due Sicilie in seguito.
Oggi purtroppo non resta nulla dell'antico ebraismo abruzzese, se non qualche traccia nei cognomi, come Ortona o Tagliacozzo, e probabilmente anche Lanciano, sebbene quest'ultimo attualmente non sia più un cognome ebraico.

Richiami ebraici a Tagliacozzo 
Dati e cartina sono ricavati dall’ottimo sito Italia Judaica, nel quale si può approfondire agevolmente la ricerca per le varie località.

Una buona fonte bibliografica è la seguente:
Berardi, M.R., Per la storia della presenza ebraica in Abruzzo e nel Molise tra Medioevo e prima età moderna, in “L’Ebraismo dell’Italia Meridionale Peninsulare dalle origini al 1541. Società, Economia, Cultura. IX Congresso internazionale dell’Associazione Italiana per lo studio del Giudaismo (Potenza-Venosa, 20-24 settembre 1992)”, a cura di Fonseca, C.D. et alii, Galatina, Congedo editore, 1996, pp. 267-294.

Altri articoli si trovano nella I serie di Sefer Yuhasin, Bollettino di ricerche sulla storia degli Ebrei nell’Italia Meridionale.

CHIETI
L’AQUILA

PESCARA
TERAMO
Atessa
Avezzano
Alanno
Ancarano
Bucchianico
Carsoli
Aterno (antico nome di Pescara)
Atri
Chieti
L’Aquila
Caramanico Terme
Campli
Lanciano
Magliano de’ Marsi
Città Sant’Angelo
Canzano
Ortona
Montereale
Loreto Aprutino
Cellino Attanasio

Pacentro
Penne
Corropoli

Pescina
Pianella
Montepagano(frazione di Roseto degli Abruzzi)

Sulmona
Tocco di Casauria
Teramo

Tagliacozzo



RIETI
Amatrice
Cittaducale
Cittareale


Nessun commento: