Calabria judaica - Sud ebraico

Calabria judaica ~ Sud ebraico
Storia, cultura e attualità ebraiche in Calabria
con uno sguardo al futuro e a tutto il Meridione

Secondo una leggenda, che attesta l'antica frequentazione orientale della nostra regione, Reggio fu fondata da Aschenez, pronipote di Noé.
La sinagoga del IV secolo, ricca di mosaici, di Bova Marina, è la più antica in Occidente dopo quella di Ostia Antica; a Reggio fu stampata la prima opera in ebraico con indicazione di data, il commento di Rashì alla Torah; Chayim Vital haQalavrezì, il calabrese, fu grande studioso di kabbalah, noto anche con l'acronimo Rachu.
Nel Medioevo moltissimi furono gli ebrei che si stabilirono in Calabria, aumentando fino alla cacciata all'inizio del XVI secolo; tornarono per pochi anni, richiamati dagli abitanti oppressi dai banchieri cristiani, ma furono definitivamente cacciati nel 1541, evento che non fu estraneo alla decadenza economica della Calabria, in particolare nel settore legato alla lavorazione della seta.
Dopo l’espulsione definitiva, gli ebrei (ufficialmente) sparirono, e tornarono temporaneamente nella triste circostanza dell’internamento a Ferramonti; oggi non vi sono che isolate presenze, ma d'estate la Riviera dei Cedri si riempie di rabbini che vengono a raccogliere i frutti per la celebrazione di Sukkot (la festa delle Capanne).
Questo blog è dedito in primo luogo allo studio della storia e della cultura ebraica in Calabria; a
ttraverso questo studio vuole concorrere, nei suoi limiti, alla rinascita dell'ebraismo calabrese; solidale con l'unica democrazia del Medio Oriente si propone come ponte di conoscenza e amicizia tra la nostra terra e Israele.

IN PRIMO PIANO: eventi e appuntamenti

GIORNO DELLA MEMORIA 2017: INIZIATIVE IN CALABRIA

c

c

giovedì 18 settembre 2008

Giornate europee del Patrimonio

Sabato 27 e domenica 28 settembre si svolgono le Giornate europee del Patrimonio.
Nel Meridione ci sono quattro appuntamenti che interessano il mondo dell'ebraismo.
Per tutti gli eventi, consultare il sito del Ministero dei beni culturali.

CALABRIA

REGGIO CALABRIA
I Giudei a Reggio Calabria. Storia di una convivenza sociale ed economica

Conferenza ripercorre le tappe di una significativa presenza attraverso documenti e sopravvivenze etnoantropologiche. Relatore Francesco Avillotta
27 SET. h. 17.30
Palazzo San Giorgio - Piazza Italia

Dalla presentazione di Roberto Cecchi, Direttore Regionale ad interim per i Beni culturali e paesaggistici della Calabria
La storia millenaria della Calabria, punta avanzata della penisola italiana nel Mediterraneo, costituisce forse un esempio tra i più significativi di quell’integrazione e stratificazione culturale ed etnica realizzatasi lungo il corso di parecchi secoli fra popoli ed etnie diverse.
Una tra le presenze più significative in Calabria fu certamente quella degli ebrei, una presenza spesso tormentata di ombre e di luci, e la cui valenza ed influenza è possibile tutt’oggi cogliere nel sopravvivere di toponimi, nonché in molteplici aspetti della vita sociale ed economica della nostra Regione.
Si è ritenuto pertanto confacente organizzare, da parte della Direzione Regionale, in quest’anno 2008, Anno Europeo del Dialogo Interculturale, una conferenza nella città di Reggio Calabria utile a mettere in luce il senso di tale antica presenza nella vita culturale ed economica della città dello Stretto.
Miriam Meghnagi
BASILICATA

POTENZA
“Da Tripoli a Gerusalemme” di e con Miriam Meghnagi
Miriam Meghnagi racconta la sua storia: nata a Tripoli da antica famiglia ebraica, svolge ricerca sul patrimonio musicale ebraico di cui è una delle principali interpreti vocali. Il suo repertorio, continuamente arricchito da ricerche sul campo e da originali elaborazioni e composizioni, abbraccia l’insieme delle tradizioni ebraiche e mediterranee in varie lingue e dialetti (ebraico, arabo, ladino, judezmo, yiddish, bajitto, ecc.).
28 SET. _ 19.30
Museo archeologico nazionale della Basilicata “Dinu Adamesteanu” - Via Andrea Serrao, 11 - Palazzo Loffredo

Affresco dalle catacombe ebraiche di Venosa

VENOSA
Visita guidata: Museo archeologico nazionale, Parco archeologico, Catacombe ebraiche di Venosa

Il Museo è ubicato all’interno del Castello aragonese, ospita reperti provenienti dal sito paleolitico di Notarchirico e dalla colonia latina di Venusia. È suddiviso in cinque sezioni: fase preromana, fase della romanizzazione, dalla fine della repubblica all’età augustea, età imperiale, dal tardo impero al IX secolo. Il Parco archeologico conserva le antiche memorie di un centro che vive ancora oggi con i suoi magnifici monumenti: l’anfiteatro, le terme, la domus, il complesso della SS. Trinità. Infine le Catacombe, site in loc. “La Maddalena”, costituiscono una preziosa e monumentale testimonianza per comprendere le pratiche religiose e funerarie dell’ultimo periodo dell’epoca imperiale romana e dell’epoca tardo antica in Italia Meridionale. Contribuiscono a farci conoscere la presenza di una fiorente comunità ebraica integrata nella cittadinanza venosina tra IV e IX secolo d.C.
27-28 SET. _ 9.00-20.00
Museo archeologico nazionale di Venosa
Piazza Castello - Castello Pirro del Balzo

CAMPANIA

NAPOLI
Mudim (Museo didattico multimediale dell’Istituto campano per la storia della Resistenza, dell’antifascismo e dell’età contemporanea “Vera Lombardi”): Visita guidata
L’istituto ha in esposizione diverse mostre permanenti e per l’occasione organizza su richiesta visite guidate e proiezioni. Le mostre sono:
- L’ebreo come diverso.
- L’antisemitismo in Italia, a cura dell’ICSR (16 grandi pannelli).
- Vento da Sud. Luglio 1943 - giugno 1944, a cura del Liceo Scientifico “A. Labriola”, e realizzata dalla rete “L’Italia liberata” (14 pannelli e 4 gigantografie).
- Gli anni della transizione.
- Dal fascismo alla democrazia, dalla monarchia alla repubblica (1943-1948), a cura dell’Archivio di Stato di Napoli (12 pannelli).
- 1946: la nascita della Repubblica, a cura dell’ICSR (39 pannelli con manifesti, volantini e giornali originali).
- Dal fascismo alla Liberazione tra arte e storia, a cura dell’ICSR (10 disegni di Raffele Lippi e 30 pannelli con foto, giornali e documenti di Archivio e Biblioteca.
27-28 SET. _ 9.00-13.00
Istituto Campano per la Storia della Resistenza, dell’Antifascismo e dell’Età Contemporanea “Vera Lombardi” - Via Costantino, 25

Nessun commento: