Calabria judaica - Sud ebraico

Calabria judaica ~ Sud ebraico
Storia, cultura e attualità ebraiche in Calabria
con uno sguardo al futuro e a tutto il Meridione

Secondo una leggenda, che attesta l'antica frequentazione orientale della nostra regione, Reggio fu fondata da Aschenez, pronipote di Noé.
La sinagoga del IV secolo, ricca di mosaici, di Bova Marina, è la più antica in Occidente dopo quella di Ostia Antica; a Reggio fu stampata la prima opera in ebraico con indicazione di data, il commento di Rashì alla Torah; Chayim Vital haQalavrezì, il calabrese, fu grande studioso di kabbalah, noto anche con l'acronimo Rachu.
Nel Medioevo moltissimi furono gli ebrei che si stabilirono in Calabria, aumentando fino alla cacciata all'inizio del XVI secolo; tornarono per pochi anni, richiamati dagli abitanti oppressi dai banchieri cristiani, ma furono definitivamente cacciati nel 1541, evento che non fu estraneo alla decadenza economica della Calabria, in particolare nel settore legato alla lavorazione della seta.
Dopo l’espulsione definitiva, gli ebrei (ufficialmente) sparirono, e tornarono temporaneamente nella triste circostanza dell’internamento a Ferramonti; oggi non vi sono che isolate presenze, ma d'estate la Riviera dei Cedri si riempie di rabbini che vengono a raccogliere i frutti per la celebrazione di Sukkot (la festa delle Capanne).
Questo blog è dedito in primo luogo allo studio della storia e della cultura ebraica in Calabria; a
ttraverso questo studio vuole concorrere, nei suoi limiti, alla rinascita dell'ebraismo calabrese; solidale con l'unica democrazia del Medio Oriente si propone come ponte di conoscenza e amicizia tra la nostra terra e Israele.

IN PRIMO PIANO: eventi e appuntamenti

c

c

mercoledì 10 ottobre 2012

Convegno in memoria di Cesare Colafemmina




Ad un mese dalla morte del professore Cesare Colafemmina, il grande studioso dell'ebraismo meridionale (e calabrese in particolare, fino a lui praticamente quasi ignorato), viene organizzato un importantissimo convegno a cui parteciperanno i massimi studiosi italiani e israeliani di storia ebraica in Italia.
Tutto il convegno è di grandissimo interesse, voglio evidenziare in particolare: la lezione magistrale di Giancarlo Lacerenza che aprirà il convegno; il giorno dopo, martedì 16 ottobre, la relazione del "nostro" Enrico Tromba, centrata sulla sinagoga di Bova Marina; la presentazione, mercoledì 17, dell'ultimo grande lavoro del professor Colafemmina, "The Jews in Calabria", del quale parlerò presto in un post dedicato all'opera.
 Il convegno (itinerante tra Bari, Trani e Venosa) prevede anche delle visite guidate, al Castello svevo e alla Giudecca di Trani, e soprattutto alle catacombe ebraiche di Venosa, che tanto devono al lavoro del professore.
 
CONVEGNO INTERNAZIONALE DI STUDI IN MEMORIA DI CESARE COLAFEMMINA 
 


לזכרו של צזארה קולפמינה
Gli Ebrei nell’Italia meridionale e nel Mediterraneo dall’Età romana all’Alto Medioevo
   יהודי דרום איטליה וארצות הים התיכון מימי
רומא עד ימי הביניים הקדומים
The Jews in South Italy and in the Mediterranean area
from the Roman times to the Early Middle Ages
Bari - Trani - Venosa  15-18 ottobre 2012  /  29 Tishrì - 2 Cheshvàn 5773
 
MiBAC - Direzione regionale per i beni culturali e paesaggistici della Puglia  
Soprintendenza archivistica per la Puglia 
Dipartimento di scienze umane - Università degli studi della Basilicata
CeRDEM - Centro di ricerche e documentazione sull’ebraismo nell’Italia meridionale “C. Colafemmina”

convegno internazionale di studi
promosso da:
Fondazione Cassa di risparmio Puglia
Regione Puglia - Assessorato al Mediterraneo

lunedì 15 ottobre 2012, h. 17
BARI, Palazzo Ateneo, Aula Magna
Università degli Studi di Bari (piazza Umberto I)

“per Cesare Colafemmina”

interventi: Corrado Petrocelli (Rettore Università di Bari)
Cosimo Damiano Fonseca (Accademia Nazionale dei Lincei)
Antonio Castorani (Presidente Fondazione Cassa di Risparmio Puglia)

Lectio magistralis di Giancarlo Lacerenza 
(Università L’Orientale di Napoli,  CSE - Centro di Studi Ebraici)
“Cesare Colafemmina e la riscoperta della presenza ebraica nell’Italia meridionale”

coordina: 
Maria C. Nardella (Soprintendente Archivistico per la Puglia)

h. 19
Lettura di Aurelio Pierucci 
“La poesia ebraica in Puglia del IX-XIII sec.”
testi tratti da: 
C. Colafemmina, Nozze nella Oria ebraica del secolo IX (Oria 1988)
violinista Maria Teresa Amenduni

martedì 16 ottobre, h 9.15
TRANI, Biblioteca Comunale “G. Bovio” (piazza San Francesco)

saluti: 
Gregorio Angelini (Direttore Regionale Beni Culturali)
Maria C. Nardella (Soprintendente Archivistico per la Puglia)
Silvia Godelli (Assessore al Mediterraneo, Regione Puglia)
Giovanni Paparella (Direttore Generale Fondazione Cassa di Risparmio Puglia)
Gigi Riserbato (Sindaco di Trani)
Salvatore Nardò (Assessore alla Cultura, Comune di Trani)
Mariapina Mascolo (Presidente CeRDEM)

apertura lavori: Ariel Lewin (Università della Basilicata)

I Sessione: Fra Gerusalemme e la Diaspora
presiede: Joseph Sievers (Pontificio Istituto Biblico, Roma)
Joseph Geiger (The Hebrew University of Jerusalem, emeritus), Herod the Intellectual and the Greek Cities
Lucio Troiani (Università di Pavia), Paolo, le comunità ebraiche del Mediterraneo e l’impero romano
Ariel Lewin (Università della Basilicata), Ancora sui farisei
Samuel Rocca (Ariel University Center of Samaria), Gli ebrei nell’Italia romana nel secoli II-III

martedì 16 ottobre, h. 15.30
TRANI, Biblioteca Comunale “G. Bovio”

II Sessione: Società, diritto, sinagoghe
presiede: Albert Baumgarten (Bar Ilan University, Ramat Gan)
Oded Irshai (The Hebrew University of Jerusalem), Constantine and the Jews
Valerio Massimo Minale (Università “Federico II”, Napoli), La legislazione bizantina e gli ebrei
Eliodoro Savino (Università “Federico II”, Napoli), L’epistolario di Gregorio Magno
Enrico Tromba (Università di Bologna - EPHE, Parigi), Gli edifici sinagogali nel Mediterraneo del tardo-antico: prospettive di ricerca e nuove indagini sulle sinagoghe di Bova Marina e di Ostia Antica
Giorgio Gramegna (Sezione Ebraica Museo diocesano, Trani), Le sinagoghe di Trani: il progetto dell’allestimento museale della Scola Grande con Cesare Colafemmina
h. 18.00
Visita guidata al Castello svevo: Margherita Pasquale 
(Direttore del Castello di Trani, 
Soprintendenza per i Beni Architettonici e Paesaggistici della Puglia)

Visita guidata alla Giudecca: Giorgio Gramegna 
(curatore della Sezione ebraica del Museo diocesano, Trani)

Piyyutim itineranti con Aurelio Pierucci

mercoledì 17 ottobre, h. 10.00
VENOSA, Castello Pirro del Balzo (piazza Castello)
saluti: Bruno Tamburriello (Sindaco di Venosa)
intervento di Ezio Lavorano (Area Cultura, Comune di Venosa) 
sui documenti dell’Archivio storico comunale 

h. 10.30
Visita guidata alle Catacombe Ebraiche di Venosa (su invito) 
e alle iscrizioni ebraiche della Trinità e del Museo archeologico
in collaborazione con la Soprintendenza archeologica per la Basilicata 

saluti: 
Antonio De Siena (Soprintendente per i beni archeologici della Basilicata)

mercoledì 17 ottobre, h. 15.30
Trani, Biblioteca Comunale “G. Bovio”

III Sessione: Storia, epigrafia, archeologia
presiede: Cosimo Damiano Fonseca (Accademia Nazionale dei Lincei)
Maxim Griger (Università di Kazan), Le vie di penetrazione degli ebrei nella Roma antica 
Gideon Foerster (The Hebrew University of Jerusalem), The Israeli- Albanian Excavation project of a 5th-6th synagogue at Saranda, southern Albania
Giancarlo Lacerenza (Università L’Orientale, Napoli), Le iscrizioni di Venosa nell’Archivio di G.I. Ascoli
Andrea Colella (Hochschule für Jüdische Studien Heidelberg), La situazione delle fonti documentarie per lo studio dell’ebraismo in Italia Meridionale
Cosimo D’Angela (Università di Bari, presidente della Società di storia patria per la Puglia), Colafemmina archeologo

presentazione del volume
C. Colafemmina, The Jews in Calabria (Brill, Leiden 2012)
 
giovedì 18 ottobre, h. 9.00
Trani, Biblioteca Comunale “G. Bovio”

IV Sessione: Fonti, manoscritti e archivi
presiede: Giuseppe Dibenedetto (ex Soprintendente Archivistico per la Puglia)
Mauro Perani (Università di Bologna), Le scritture ebraiche in Italia meridionale e insulare dal tardo-antico alle scuole pugliesi del sec. XII 
Steven Bowman (University of Cincinnati), Sepher Yosippon: Revaluations
Fabrizio Lelli (Università del Salento), Piyyutim dell’Italia meridionale 
Grazia Maiorano (Archivio di Stato di Bari), Fonti per la storia della presenza ebraica in Puglia nell’Archivio di Stato di Bari
Mariapina Mascolo (Soprintendenza Archivistica per la Puglia, Progetti “Archivi- Fonti e storia per l’Ebraismo”), Il progetto di catalogazione, tutela e valorizzazione dell’Archivio privato di Cesare Colafemmina

Presentazione dei volumi della collana 
«Inventari dei manoscritti delle biblioteche d’Italia» (Olschki, Firenze): 
I frammenti ebraici dell’Archivio di Stato di Modena, Inventario e catalogo redatti da M. Perani e L. Baraldi con E. Sagradini, 2012
Frammenti ebraici negli archivi di Cesena, Faenza, Forlì, Imola, Rimini e Spoleto, Inventario e catalogo redatti da M. Perani ed E. Sagradini con M. Muratori e C. Santandrea, 2012

conclusioni: 
Maria C. Nardella (Soprintendente Archivistico per la Puglia)


 responsabili scientifici:

Giancarlo Lacerenza (Università L’Orientale, Napoli)
Ariel S. Lewin (Università della Basilicata)
Mariapina Mascolo (Soprintendenza Archivistica Puglia, progetti “Archivi - Fonti e storie per l’Ebraismo”)
Maria C. Nardella (Soprintendente Archivistico per la Puglia)
Mauro Perani (Università di Bologna)

segreteria organizzativa:
Mariapina Mascolo (0039 - 333.5859893)
interprete: Niccolò Tauro


in collaborazione con: 
Università degli Studi di Bari “A. Moro”
Comune di Trani
Comune di Venosa
Soprintendenza per i Beni Archeologici della Basilicata
Soprintendenza BSAE della Puglia
Soprintendenza BAP della Puglia
Archivio di Stato di Bari 

Nessun commento: