Calabria judaica - Sud ebraico

Calabria judaica ~ Sud ebraico
Storia, cultura e attualità ebraiche in Calabria
con uno sguardo al futuro e a tutto il Meridione

Secondo una leggenda, che attesta l'antica frequentazione orientale della nostra regione, Reggio fu fondata da Aschenez, pronipote di Noé.
La sinagoga del IV secolo, ricca di mosaici, di Bova Marina, è la più antica in Occidente dopo quella di Ostia Antica; a Reggio fu stampata la prima opera in ebraico con indicazione di data, il commento di Rashì alla Torah; Chayim Vital haQalavrezì, il calabrese, fu grande studioso di kabbalah, noto anche con l'acronimo Rachu.
Nel Medioevo moltissimi furono gli ebrei che si stabilirono in Calabria, aumentando fino alla cacciata all'inizio del XVI secolo; tornarono per pochi anni, richiamati dagli abitanti oppressi dai banchieri cristiani, ma furono definitivamente cacciati nel 1541, evento che non fu estraneo alla decadenza economica della Calabria, in particolare nel settore legato alla lavorazione della seta.
Dopo l’espulsione definitiva, gli ebrei (ufficialmente) sparirono, e tornarono temporaneamente nella triste circostanza dell’internamento a Ferramonti; oggi non vi sono che isolate presenze, ma d'estate la Riviera dei Cedri si riempie di rabbini che vengono a raccogliere i frutti per la celebrazione di Sukkot (la festa delle Capanne).
Questo blog è dedito in primo luogo allo studio della storia e della cultura ebraica in Calabria; a
ttraverso questo studio vuole concorrere, nei suoi limiti, alla rinascita dell'ebraismo calabrese; solidale con l'unica democrazia del Medio Oriente si propone come ponte di conoscenza e amicizia tra la nostra terra e Israele.

IN PRIMO PIANO: eventi e appuntamenti

GIORNO DELLA MEMORIA 2017: INIZIATIVE IN CALABRIA

c

c

lunedì 11 febbraio 2008

Contro il boicottaggio della cultura

Non c'entra con la Calabria, ma c'entra (e molto) con la difesa della libertà e della cultura.

Con cortese preghiera di divulgazione e pubblicazione.

I relatori e i promotori della conferenza stampa di giovedì 7 febbraio 2008, svoltasi presso la Federazione nazionale della stampa italiana, lanciano il seguente appello contro il boicottaggio della Fiera internazionale del libro di Torino.

Per adesioni:
Lisa Palmieri: billigl@ajc.org
David Meghnagi: meghnagi@uniroma3.it
Carmine Monaco: carmine.monaco@email.it
* * *


AJC - American Jewish Committee
Comitato accademico europeo per la lotta all’antisemitismo

con l'adesione di:
Colloquium Tra Occidente e Oriente
Europa Ricerca
Master internazionale di Didattica della Shoah Università Roma 3
Religioni per la pace

Appello contro il boicottaggio della Fiera Internazionale del libro di Torino
Esprimiamo la nostra più ferma solidarietà verso gli scrittori israeliani fatti oggetto di una campagna di boicottaggio che è lesiva in primo luogo dell’immagine del nostro Paese, a cui è stata inferta una ferita a valori e principi che a settant’anni dalla Legislazione razzista e sessanta dalla Costituzione dovrebbero essere un patrimonio comune di tutto il Paese.
Facciamo appello a tutte le forze politiche democratiche, al mondo della cultura e della scienza perché sia respinto con forza il tentativo di boicottare la Fiera del Libro.
Facciamo appello al Presidente della Repubblica perché agisca contro l’inquietante tentativo di trasformare un momento importante di dialogo fra le culture, quale dovrebbe essere l’incontro tra scrittori, in un tribunale contro lo Stato di Israele e l’intero popolo ebraico.
La letteratura è espressione di libertà: impedirne la libera voce è il primo passo verso la deriva del totalitarismo. Ieri la letteratura è arrivata dove la politica appariva cieca e incapace di andare oltre gli stereotipi e i luoghi comuni della guerra fredda. La letteratura e l’arte uniscono le persone oltre il tempo e lo spazio, i confini e le culture.
La minaccia di boicottaggio fa invece da sfondo ad un antisemitismo che si alimenta del conflitto mediorientale ed ha come oggetto la demonizzazione dello Stato di Israele.
Khaled Fouad Allam - Lisa Palmieri Billig - Giuseppe Caldarola - Fabrizio Cicchitto - Luigi De Salvia - Arturo Diaconale - Rodolfo Falvo - David Meghnagi - Carmine Monaco - Roberto Natale - Valentino Parlato - Franco Siddi

Nessun commento: