Calabria judaica - Sud ebraico

Calabria judaica ~ Sud ebraico
Storia, cultura e attualità ebraiche in Calabria
con uno sguardo al futuro e a tutto il Meridione

Secondo una leggenda, che attesta l'antica frequentazione orientale della nostra regione, Reggio fu fondata da Aschenez, pronipote di Noé.
La sinagoga del IV secolo, ricca di mosaici, di Bova Marina, è la più antica in Occidente dopo quella di Ostia Antica; a Reggio fu stampata la prima opera in ebraico con indicazione di data, il commento di Rashì alla Torah; Chayim Vital haQalavrezì, il calabrese, fu grande studioso di kabbalah, noto anche con l'acronimo Rachu.
Nel Medioevo moltissimi furono gli ebrei che si stabilirono in Calabria, aumentando fino alla cacciata all'inizio del XVI secolo; tornarono per pochi anni, richiamati dagli abitanti oppressi dai banchieri cristiani, ma furono definitivamente cacciati nel 1541, evento che non fu estraneo alla decadenza economica della Calabria, in particolare nel settore legato alla lavorazione della seta.
Dopo l’espulsione definitiva, gli ebrei (ufficialmente) sparirono, e tornarono temporaneamente nella triste circostanza dell’internamento a Ferramonti; oggi non vi sono che isolate presenze, ma d'estate la Riviera dei Cedri si riempie di rabbini che vengono a raccogliere i frutti per la celebrazione di Sukkot (la festa delle Capanne).
Questo blog è dedito in primo luogo allo studio della storia e della cultura ebraica in Calabria; a
ttraverso questo studio vuole concorrere, nei suoi limiti, alla rinascita dell'ebraismo calabrese; solidale con l'unica democrazia del Medio Oriente si propone come ponte di conoscenza e amicizia tra la nostra terra e Israele.

IN PRIMO PIANO: eventi e appuntamenti

c

c

sabato 20 gennaio 2018

Giorno della Memoria 2018 a Napoli



A Castel dell'Ovo la mostra “Il Cerchio e la Shoah” di Sorel
DOVE: Sale delle Carceri di Castel dell’Ovo; Via Eldorado, 3
QUANDO: Dal 11/01/2018 al 30/01/2018
Da lunedì a sabato dalle 9.00 alle 18.30 - ultimo accesso ore 18.00 - nei giorni festivi e la domenica dalle 9.00 alle 14.00 - ultimo accesso ore 13,15
(a fondo pagina ampie informazioni)

Presentazione del libro di Michele Sarfatti
“Mussolini contro gli ebrei” Cronaca dell’elaborazione delle leggi del 1938
Interventi di Giancarlo Lacerenza, Pasquale Troncone, Paolo Varvaro.
DOVE: Via Benedetto Croce 28, Napoli
QUANDO: Lunedì 22 Gennaio 2018- Ore 18:00



23 gennaio, alle ore 15 sarà inaugurata presso la Camera di Commercio di Napoli, Piazza Bovio, la mostra "1938-1945. La persecuzione degli ebrei in Italia, documenti per una storia"realizzata dal Ministero dell'interno e dalla Prefettura di Napoli. 
Mostra alla quale la Comunità di Napoli ha partecipato attivamente con il prestito di documenti.
La mostra sarà aperta dal lunedì al giovedì dalle 9.00 alle 13.00 e dalle 14.00 alle 16.30, il venerdì dalle 9.00 alle 13.00
Per informazioni e prenotazioni: mostrashoah@na.camcom.it







IX edizione di "Memoriae", sui 75 anni delle 4 giornate.
DOVE: Sala Galatea della Stazione Marittima
QUANDO: Venerdì 26 Gennaio 2018 – Inizio ore 9:30





“Il dovere della memoria”
Proiezione di alcuni brani del DVD-ROM “Mai più la Shoah”
Prodotto dalla Società Umanitaria con materiale fornito dalla Fondazione Auschwitz di Bruxelles
Ricordi e testimonianze di: Gabriella Sacerdote Fontana, Comunità Ebraica di Napoli 
DOVE: Piazza Vanvitelli, 15 (Scala C. Aula Magna – Quarto piano)
QUANDO: Venerdì 26 Gennaio 2018 – Ore 10:30

Evento Anne Goyer in occasione de “La giornata della Memoria”
Inaugurazione della mostra di Arte Contemporanea di Anne Goyer.
DOVE: Pio Monte della Misericordia
QUANDO: per un mese fino 27 febbraio 2018



Convegno per il Giorno della Memoria
Università degli studi di Napoli Federico II, dipartimento di Giurisprudenza
DOVE: Palazzo Pecoraro Albani, aula Coviello, via Porta di Massa 32
QUANDO: lunedì 29 Gennaio 2018 – dalle ore 9:00.















“Giornata della Memoria”, a Castel dell'Ovo la mostra “Il Cerchio e la Shoah” di Sorel Eventi a Napoli

Giovedì 11 gennaio 2018 presso le Sale delle Carceri di Castel dell’Ovo verrà inaugurata la mostra personale dell’artista Giorgio Sorel intitolata “Il Cerchio e la Shoah”. L'evento, organizzato insieme al Comune di Napoli, rientra nelle iniziative collegate alla “Giornata della Memoria”.
In esposizione una serie di opere dal forte valore umano ed espressivo in cui le figure si ergono o languiscono emaciate e lacerate in fondali cupi, dove dominanti sono tutte le tonalità del grigio e del bruno, con colpi improvvisi di rosso e squarci di un bianco corposo e materico. Come materiche e dense sono tutte le opere di Sorel: l’utilizzo simultaneo di diversi materiali come le cere sintetiche, le sabbie di quarzo e gli smalti sulle carte laminate, spessorate, sulle tele e sulle tavole si abbina romanticamente alla tradizionale pittura ad olio, che con lucidità contribuisce alla creazione di atmosfere evanescenti, tetre, indefinite eppure così tremendamente reali. Un’incessante ricerca formale e tecnica, un logorante fervore intimistico ed una bruciante passione, fatta di incredibile odio ed incredibile amore per ciò che riguarda l’uomo e gli eventi da lui provocati o passivamente subiti, sfociano in una produzione imponente come il pesante fardello della Consapevolezza che l’uomo stesso reca con sé lungo il cammino che ha nel tempo percorso e che percorre ogni giorno. Un tragitto importante,  un excursus emozionante ed emotivo che ripercorre i tragici avvenimenti dello sterminio compiuto dal regime nazista ai danni di un intero popolo, una digressione intensa su quell’orrendo genocidio e sulle sue conseguenze, un’occasione per riflettere sulla pagina più triste della storia del Ventesimo Secolo e per non dimenticare mai.
Giorgio Sorel nasce a Bologna nel 1939 e attualmente risiede e lavora in provincia di Piacenza. Artista intenso e drammatico affronta da sempre con grande passione e sensibilità tematiche legate all’Uomo e all’Esistenza; tematiche toccanti fronteggiate con piglio espressivo ed espressionista sulla condizione dell’umana solitudine e sui grandi eventi che hanno segnato la storia.

INFO
Dall’11 al 30 Gennaio 2018.
Orari di apertura: da lunedì a sabato dalle ore 9.00 alle ore 18.30 - ultimo accesso ore 18.00 - nei giorni festivi e la domenica dalle ore 9.00  alle ore 14.00 - ultimo accesso ore 13,15.
Ingresso libero.
Complesso monumentale di Castel dell'Ovo via Eldorado n. 3 (presso via Partenope - borgo marinaro) tel +39 81 7954593.
La mostra è stata realizzata in collaborazione con l’Assessorato alla Cultura e Turismo del Comune di Napoli.



Nessun commento: