Calabria judaica - Sud ebraico

Calabria judaica ~ Sud ebraico
Storia, cultura e attualità ebraiche in Calabria
con uno sguardo al futuro e a tutto il Meridione

Secondo una leggenda, che attesta l'antica frequentazione orientale della nostra regione, Reggio fu fondata da Aschenez, pronipote di Noé.
La sinagoga del IV secolo, ricca di mosaici, di Bova Marina, è la più antica in Occidente dopo quella di Ostia Antica; a Reggio fu stampata la prima opera in ebraico con indicazione di data, il commento di Rashì alla Torah; Chayim Vital haQalavrezì, il calabrese, fu grande studioso di kabbalah, noto anche con l'acronimo Rachu.
Nel Medioevo moltissimi furono gli ebrei che si stabilirono in Calabria, aumentando fino alla cacciata all'inizio del XVI secolo; tornarono per pochi anni, richiamati dagli abitanti oppressi dai banchieri cristiani, ma furono definitivamente cacciati nel 1541, evento che non fu estraneo alla decadenza economica della Calabria, in particolare nel settore legato alla lavorazione della seta.
Dopo l’espulsione definitiva, gli ebrei (ufficialmente) sparirono, e tornarono temporaneamente nella triste circostanza dell’internamento a Ferramonti; oggi non vi sono che isolate presenze, ma d'estate la Riviera dei Cedri si riempie di rabbini che vengono a raccogliere i frutti per la celebrazione di Sukkot (la festa delle Capanne).
Questo blog è dedito in primo luogo allo studio della storia e della cultura ebraica in Calabria; a
ttraverso questo studio vuole concorrere, nei suoi limiti, alla rinascita dell'ebraismo calabrese; solidale con l'unica democrazia del Medio Oriente si propone come ponte di conoscenza e amicizia tra la nostra terra e Israele.

IN PRIMO PIANO: eventi e appuntamenti

GIORNO DELLA MEMORIA 2017: INIZIATIVE IN CALABRIA

c

c

domenica 25 settembre 2016

Presenze ebraiche: un censimento "scientifico"

Le ipotesi sulle presenze ebraiche in Calabria sono svariate, ma molte si basano su semplici testimonianze toponomastiche, come la presenza di nomi come Judeca, Timpa del Giudeo, e simili. Possiamo supporre che molte di queste testimonianze corrispondano ad una presenza reale, ma non sappiamo in che misura: solo reperti archeologici e testi documentari possono garantirci sulla realtà di una presenza.
Per questo ho fatto qui questo censimento, basandomi sui due lavori scientifici per eccellenza oggi disponibili: l’ottimo sito Italia judaica e l’altrettanto ottimo volume del compianto professor Cesare Colafemmina, TheJews in Calabria, Brill, Leiden-Boston 2012.
La Calabria attuale ha 409 comuni, le località in cui si ha una documentazione certa di presenze ebraiche riportate nell’elenco sono 113 (corrispondenti a circa 100 comuni, dal momento che in alcuni vi erano più località in cui erano insediati ebrei), più altre 5 di varia natura indicate alla fine.
Si tratta quindi di oltre un quarto dei comuni calabresi. Ovviamente bisogna tenere presente che non in tutte queste località vi furono ebrei nella stessa epoca: emblematico per esempio il caso di Bova Marina, in cui si trova la sinagoga del IV-VI secolo, mentre invece a Bova si hanno testimonianze ebraiche molto più tarde.
Quanto alla consistenza numerica della popolazione ebraica, è inutile cercare di fornire cifre: si va dal singolo ebreo a Satriano o a Stalettì, alle centinaia dei centri maggiori, come Reggio, Catanzaro, Crotone, Cosenza, Montalto Uffugo.

PROVINCIA DI CATANZARO [81 comuni totali, in 10 località si ricordano presenze ebraiche; di queste, 2 si trovano in uno stesso comune (Nicastro e Sant’Eufemia, nel Comune di Lamezia Terme), 1 è attualmente divisa in 4 comuni; 1 (Satriano) è indicata per un semplice transito]
1.          Belcastro
2.        Borgia (Roccelletta del Vescovo di Squillace, antica Scolacium)
3.        Catanzaro
4.      Lacconia (oggi Acconia, frazione di Curinga)
5.       Nicastro (nel Comune di Lamezia Terme)
6.      Sant’Eufemia (oggi nel Comune di Lamezia Terme)
7.      Satriano (in The Jews of Calabria viene solo citato un ebreo autorizzato a raccogliervi il cotone, non si hanno notizie né se la sua fosse una presenza stanziale né se vi fossero altri ebrei)
8.  Simeri (oggi suddiviso tra Sellia, Sellia Marina, Soveria Simeri e Simeri Crichi; probabilmente ci si riferisce a quest’ultimo, dove esiste una Judeca)
9.        Squillace
10.    Stalettì

PROVINCIA DI COSENZA [155 comuni totali, in 31 località si ricordano presenze ebraiche; 1 di queste località (Pietra di Roseto, nel Comune di Roseto Capo Spulico) risulta essere stata di semplice transito; di una (San Marco Argentano) non si è sicuri vi fosse reale presenza ebraica]
11.         Acri

12.        Aiello Calabro
13.        Altomonte
14.        Amantea
15.        Amendolara
16.        Bisignano
17.        Calopezzati
18.       Cariati
19.        Cassano allo Jònio
20.      Castelfranco (oggi Castrolibero)
21.        Castiglione Cosentino
22.       Castrovillari
23.       Celico
24.       Corigliano Calabro
25.       Cosenza
26.       Fiumefreddo Bruzio
27.       Mendicino
28. Montalto Uffugo (forse anche nelle due frazioni Parantoro e Vaccarizzo)
29.       Mottafollone
30.      Paola
31.        Pietra di Roseto (comune di Roseto Capo Spulico) Più che di vere e proprie presenze ebraiche, abbiamo testimonianze di passaggio di ebrei, che dovevano pagare un pedaggio per il transito, via terra o mare
32.       Regina (frazione di Lattarico)
33.       Rende (con possibile presenza ad Arcavacata)
34.       Rose
35.       Rossano
36.       San Lucido
37.   San Marco Argentano In The Jews of Calabria vengono nominati un Sadia de Sammarco ed un Abram de Santo Marcho, ma non è spiegato se si tratti proprio di San Marco Argentano, dove d’altra parte esiste una Judeca
38.      Scalea
39.       Tarsia
40.      Terranova di Sibari
41.        Torano Castello

PROVINCIA DI CROTONE [27 comuni totali, in 15 località si ricordano presenze ebraiche; 2 comuni (Cutro e Isola di Capo Rizzuto) sono sede di due località diverse con presenze ebraiche]
42.       Caccuri
43.       Cirò
44.       Cirò Marina
45.       Crotone
46.       Cutro
47.       Isola di Capo Rizzuto
48.      Le Castella (oggi frazione di Isola di Capo Rizzuto)
49.       Mesoraca
50.      Petilia Policastro
51.        Roccabernarda
52.       San Mauro Marchesato
53.       Santa Severina
54.       Strongoli
55.       (Torre di) Tacina (probabilmente Steccato, frazione di Cutro)
56.       Umbriatico

PROVINCIA DI REGGIO [97 comuni totali, in 41 località si ricordano presenze ebraiche; di 1 (Melicucco/Melicuccà) non è sicuro a quale comune attuale corrisponda; 1 (Crisilio) non si sa a quale comune o frazione attuale appartenga; in 3 comuni (Bagnara, Bruzzano, Motta San Giovanni) si hanno due diverse località di insediamento, in un altro, Reggio, se ne hanno 5]
57.       Amendolea (frazione di Condofuri)

58.      Anomeri (nel Comune di Reggio)
59.       Bagnara Calabra
60.      Bianco
61.        Borrello (oggi Laureana di Borrello)
62.       Bova
63.       Bova Marina
64.       Brancaleone
65.       Bruzzano (forse Motticella, frazione di Bruzzano Zeffirio)
66.       Calanna
67.       Castelvetere (oggi Caulonia)
68.      Catona (nel Comune di Reggio)
69.       Condojanni (oggi frazione di Sant’Ilario dello Jonio)
70.       Crisilio (località nella contea di Sinopoli)
71.        Fiumara
72.       Gerace
73.       Gioia Tauro
74.       Grotteria
75.       Lazzaro (frazione di Motta San Giovanni)
76.       Melicucco/Melicuccà Le fonti sono incerte su quale dei due comuni si tratti, io nella cartina ho scelto di segnalare Melicuccà, a puro valore indicativo
77.        Motta Bovalina (oggi Bovalino)
78.       Motta San Giovanni
79.       Mottarossa (nel Comune di Reggio)
80.      Oppido Mamertina
81.       Palizzi
82.      Pentedattilo (oggi nel comune di Melito Porto Salvo)
83.      Placanica
84.      Plaesano (frazione di Feroleto della Chiesa)
85.      Polistena
86.      Reggio Calabria
87.       Rosarno
88.      San Giorgio Morgeto
89.      San Lorenzo
90.      Sant’Agata (oggi frazione di Reggio)
91.        Santa Cristina d’Aspromonte
92.       Seminara
93.       Sinopoli
94.       Solano (frazione di Bagnara)
95.       Stilo
96.       Terranova Sappo Minulio
97.       Torre di Bruzzano (forse oggi centro di Bruzzano Zeffirio)

PROVINCIA DI VIBO VALENTIA [50 comuni totali, in 16 località si ricordano presenze ebraiche; 1 comune (Vibo Valentia) era sede di due località diverse con presenze ebraiche; in 1 (Mesiano) la presenza è incerta]
98.      Arena
99.       Briatico
100.  Calimera (frazione di San Calogero)
101.   Castelmonardo (oggi Filadelfia)
102.  Francavilla Angitola
103.  Mesiano (frazione di Filandari) Presente in lavori precedenti del professore Colafemmina, ma non in The Jews of Calabria: dimenticanza o revisione delle ricerche?)
104.  Mileto
105.  Monteleone (odierna Vibo Valentia)
106.  Monterosso Càlabro
107.   Motta di Soreto (nell’odierno comune di Dìnami)
108.  Nicotera
109.  Pizzo Calabro
110.   Polia
111.     Rocca Angitola (oggi nel Comune di Maierato)
112.    Tropea

113.    Vibona (poi Bivona, antico porto di Monteleone, oggi Vibo Valentia)

Nessun commento: