Calabria judaica - Sud ebraico

Calabria judaica ~ Sud ebraico
Storia, cultura e attualità ebraiche in Calabria
con uno sguardo al futuro e a tutto il Meridione

Secondo una leggenda, che attesta l'antica frequentazione orientale della nostra regione, Reggio fu fondata da Aschenez, pronipote di Noé.
La sinagoga del IV secolo, ricca di mosaici, di Bova Marina, è la più antica in Occidente dopo quella di Ostia Antica; a Reggio fu stampata la prima opera in ebraico con indicazione di data, il commento di Rashì alla Torah; Chayim Vital haQalavrezì, il calabrese, fu grande studioso di kabbalah, noto anche con l'acronimo Rachu.
Nel Medioevo moltissimi furono gli ebrei che si stabilirono in Calabria, aumentando fino alla cacciata all'inizio del XVI secolo; tornarono per pochi anni, richiamati dagli abitanti oppressi dai banchieri cristiani, ma furono definitivamente cacciati nel 1541, evento che non fu estraneo alla decadenza economica della Calabria, in particolare nel settore legato alla lavorazione della seta.
Dopo l’espulsione definitiva, gli ebrei (ufficialmente) sparirono, e tornarono temporaneamente nella triste circostanza dell’internamento a Ferramonti; oggi non vi sono che isolate presenze, ma d'estate la Riviera dei Cedri si riempie di rabbini che vengono a raccogliere i frutti per la celebrazione di Sukkot (la festa delle Capanne).
Questo blog è dedito in primo luogo allo studio della storia e della cultura ebraica in Calabria; a
ttraverso questo studio vuole concorrere, nei suoi limiti, alla rinascita dell'ebraismo calabrese; solidale con l'unica democrazia del Medio Oriente si propone come ponte di conoscenza e amicizia tra la nostra terra e Israele.

IN PRIMO PIANO: eventi e appuntamenti

c

c

venerdì 18 novembre 2011

Sorgente di vita

La trasmissione "Sorgente di vita", è davvero molto bella, e consiglio a chiunque possa di seguirla.
E' un vero peccato che venga trasmessa ad orari assurdi, soprattutto per chi lavora.
Meno male che almeno c'è il sito RAI che permette di vedere i video, uno dei quali è linkato in fondo a questo post.

Sorgente di vita
Rubrica di vita e di cultura ebraica a cura dell’Unione delle Comunità ebraiche italiane
In onda la domenica alle 1.20 e il lunedì all'1.05

Il programma è realizzato in collaborazione tra la RAI e l'Unione delle Comunità Ebraiche Italiane. Va in onda a settimane alterne la domenica sera, alle 01.00 circa e ha due repliche: il lunedì successivo alla stessa ora e otto giorni dopo, il lunedì mattina, alle 9.30 circa. Ogni puntata dura circa 30’ e presenta tre o quattro servizi.

Sorgente di vita racconta la vita, la cultura, la storia delle comunità ebraiche in Italia e all’estero, gli aspetti della tradizione e le ricorrenze del calendario ebraico, ma anche l’attualità con reportage sulle comunità ebraiche nel mondo e inchieste su Israele, antisemitismo, razzismo, neonazismo, beni culturali ebraici, dialogo interreligioso.
E poi eventi culturali, musica, mostre e spettacoli, ritratti e profili di personaggi e, periodicamente, puntate speciali su un unico argomento.

I disegni della sigla sono di Emanuele Luzzati, il brano musicale del gruppo americano “Klezmatics”.
Autore: Emanuele Ascarelli
Redazione: Lucia Correale, Piera Di Segni
Produttore esecutivo: Monica Flores
Programmisti-registi: Augusto Bastianini, Alessandra Di Marco

Tel. 06/3723234 - 238  - 06/45542.200
Fax 06/3613638   -  06/5899569 
e-mail : sorgentedivita@rai.it - sorgentedivita@ucei.it

Dal cantante Raiz, ex leader degli Almamegretta, alla singolare esperienza degli ebrei di Sannicandro, voci, testimonianze, percorsi spirituali e familiari di ebrei lontani, di persone alla ricerca delle radici o di un’identità ebraica. I marrani di ieri e di oggi, il tema del Moked, l’appuntamento culturale primaverile [della primavera scorsa] dell’ebraismo italian.

Nessun commento: